Sotto la vernice

Un altro blog di architettura

Category: En plein air

The Greenhouse and Cabine of Future Fossils

American Philosophical Society’s garden, APS Museum, Philadelphia.

Progetto: Jenny Sabin.

Una serra per il XXI secolo.

Realizzata interamente con materiali riciclati, la struttura, lunga 16 metri, rielabora in chiave contemporanea l’idea della serra.  Read the rest of this entry »

Place au Changement

Saint-Etienne, France.

Progetto: CollectifETC.

CollectifETC è un’associazione composta principalmente da giovani architetti, paesaggisti e grafici che si sono aggiudicati il primo posto nel concorso “Dèfrichez-là”, istituito dalla Etablissement Public d’Aménagement di Saint-Etienne per la realizzazione di una piazza pubblica di 670 mq in uno spazio nei pressi della stazione di  Chateaucreux. Read the rest of this entry »

The Social Playground

‘Knowledge Lives Everywhere’ Exhibition.

Foundation for Art and Creative Technology (FACT), Liverpool, U.K.

Progetto: Aberrant Architecture.

The Social Playground è un progetto realizzato in collaborazione con gruppi della comunità locale e si ispira alla tradizione britannica di decorare le uova sode per poi farle rotolare per colline e pendii nel periodo pasquale. Read the rest of this entry »

Orto in Campania

La nascita di un luogo.

Progetto: Francesco Domenico Moccia, Alessandro Sgobbo, Ciro Borrelli, Salvatore Carbone, Simona Castagliuolo, Paola Cecere, Alfredo Cerrato, Pasquale D’Apice, Giuseppe Fracassi, Federica Galasso, Gaia Santamaria Amato.

Nel 1977 Eugenio Finardi disse “e fuori c’è tutto un mondo da scoprire sul quale si può intervenire”, questa si che è una buona ragione per scrollarsi di dosso quella “scimmia” che anestetizza le aspettative, che mina l’interazione tra gli uomini che ottunde la naturale bellezza di ciò che ci circonda… la sua “scimmia” era l’eroina, quella che in maniera altrettanto subdola ci avvelena, ci fa ammalare, e alla fine ci fa anche incazzare, è la “munnezza”.

Read the rest of this entry »

Metropolis

“Westonbirt international festival of gardens 2003”, U.K.

Progetto: Land-i Archicolture.

Uno stock di piante “catturate” durante un immaginario viaggio intorno al mondo.

Read the rest of this entry »

Giardino Arena

San Michele di Ganzaria (CT), Italia.

Progetto: Marco Navarra – NOWA.

Una discarica bonificata assume la forma di una zolla di paesaggio sollevata che si confonde con i campi in fondo alla valle e sulle colline di fronte. Questo nuovo oggetto nel paesaggio appare dunque come la pietrificazione di un movimento tellurico che ha scompaginato la linea continua del declivio.

Read the rest of this entry »

Tianjin Qiaoyuan Wetland Park

Tianjin City, China.

Progetto: Turenscape Landscape Architecture (Beijing Turen Design Institute).

Nella città costiera di Tianjin, in Cina, la rapida urbanizzazione aveva trasformato una vasta area periferica in una discarica e in un pozzo per il drenaggio delle acque meteoriche e urbane; il sito era gravemente inquinato, deserto e circondato da baraccopoli, demolite prima degli inizi dei lavori per il parco.

Read the rest of this entry »

Mente la-menta?

9° Festival International des Jardins Chaumont sur Loire.

Progetto: Land-i Archicolture.

L’assenza di un tema per il “Festival dei giardini del 2000” e’ diventata occasione per esprimere una visione del nuovo millennio.

Read the rest of this entry »

Arbores Laetae

Liverpool Biennal.

Progetto: Diller Scofidio + Renfro.

Gli architetti Diller Scofidio + Renfo hanno realizzato questa installazione a Brownfield, in un luogo strategico nel centro della città,  accanto al nuovo parco pubblico. Un piccolo boschetto di alberi di Carpinus sovverte la convenzionale distinzione tra ‘natura’ e ‘artificio’ e disorienta la percezione del visitatore. Read the rest of this entry »

Le Miniere del Cornacchio

Progetto per la friuzione turistica di due gallerie minerarie.

Castell’Azzara, Grosseto. Italia.

Progetto: 2TR Architettura.

Le attività estrattive intorno al Monte Amiata, attive fin dal medioevo, sono state il fulcro dell’economia locale tra ‘800 e ‘900. Read the rest of this entry »