Agricoltura urbana – “Orto di Fedro”

by Marta Malavasi

Santa Fiora (GR), Italia.

Progetto: 2TR Architettura.

E’ un campo di un ettaro, addossato alle mura meridionali del paese. Il progetto ha restaurato e rimesso in coltivazione un luogo e una tradizione agricola ormai persa. In via di abbandono e poi caduto in disuso dopo la scomparsa del suo ultimo proprietario, Fedro, gli orti erano destinati a diventare un parcheggio pubblico.

Seguendo un percorso di condivisione con gli abitanti di Santa Fiora e con l’Amministrazione Comunale, gli “Orti di Fedro” sono stati invece restaurati e restituiti alla loro tradizionale vocazione agricola.

E’ una iniziativa unica perché interamente gestita da un soggetto pubblico, e in crescita: dopo gli Orti oggi esiste un punto vendita nella piazza del paese.

L’area è stata nuovamente divisa in settori e attrezzata con box restaurando un canale medievale per l’irrigazione. I box di servizio per gli attrezzi e la serra sono realizzati su una base in muratura e costituiti da un leggero telaio metallico chiuso da pannelli di policarbonato o legno poi pitturati con resine colorate.

Piccoli pannelli informativi, totem per l’illuminazione e l’elettricità di servizio, panchine, pergolati e il riuso di una antica vasca d’acqua completano l’arredo dell’area.

Un bando pubblico ha affidato gli appezzamenti ai cittadini che si impegnano a privilegiare la coltivazione e la riproduzione di specie orticole tradizionali e a praticare agricoltura biologica. Gli Orti di Fedro sono anche parte integrante di un percorso didattico/turistico che si snoda lungo il centro storico di Santa Fiora e il paesaggio circostante.

testo e immagini tratti da:  www.2tr.it