Rubberhuis

by Marta Malavasi

“I have often tought that probably there might be a way found out to make an artificial glutinous composition much resembling that excrement out of which the silk worm wire-draws his clew”. Robert Hooke, 1664.

Progetto: Zeinstra van Gelderen architecten

Gli architetti olandesi Zeinstra van Gelderen hanno realizzato questo padiglione completamente in resina stampata . L’interno, al quale si accede tramite una fessura, è dotato di una seduta e di una cornice che simula una finestra.

La struttura è stata pensata per un solo uomo, come luogo per ritirarsi a meditare e ritrovare sé stessi. Il fine introspettivo è rafforzato dall’acustica dell’interno, che lo isola totalmente.

La casa è un monolito color ambra rettangolare (1,5×1,5×2,3m) ed è stata la fonte principale di ispirazione per uno spettacolo del drammaturgo Liu Tjyying svoltosi nella piazza di fronte alla Schauspielhaus di Bochum, dove l’oggetto è stato esposto.

www.zeinstravangelderen.nl